Vai al contenuto

Giorgio Abonante: non se ne esce

23 maggio 2018

Sul rendiconto 2017, “Valori. Al” e altro…

Al netto di un’opposizione frammentata e divisa sia sull’approccio generale che sulle soluzioni da proporre, occorre fare chiarezza su alcune questioni. E’ passato il primo anno di amministrazione e qualche considerazione si deve iniziare a fare.

Venerdì scorso in Consiglio comunale, la relazione iniziale dell’Assessore Lumiera e l’intervento equilibrato di Vittoria Oneto, Pres. Commissione bilancio, avevano messo la discussione sul rendiconto 2017 del Comune di Alessandria sul binario giusto, ponendo l’attenzione sulla crescita delle spese correnti, sul risultato negativo della gestione corrente, sulla carenza di dati, relativa alla lettura delle entrate (da dove arriva il delta negativo sugli accertamenti e sulle riscossioni?), e una serie di altri indicatori da tenere sotto controllo, con le giuste sottolineature agli aspetti nettamente migliorati dal 2012 ad oggi. La discussione è poi degenerata, purtroppo.

Per capire il momento che stiamo vivendo occorre contestualizzare, come sempre. Dal 2009 il centrosinistra ha scelto di caratterizzarsi in Alessandria sulla linea della sostenibilità delle scelte amministrative, che non significa aver sposato l’austerity, significa aver capito che un Comune non legifera e non può essere paragonato allo Stato.

In Comune ogni passo deve essere misurato, la difficoltà nel governare un Comune sta proprio in questo aspetto, e se si nota una tendenza allo squilibrio dei conti bisogna intervenire subito, se no alla fine i danni li pagano sempre i cittadini.

Non lo capì il centrodestra e finì come sappiamo. Non deve più succedere. Per questa ragione da un anno quando si parla di bilancio in Consiglio comunale offriamo la nostra disponibilità per discutere le scelte e dove possibile condividere obiettivi. Alla maggioranza non sembra interessare questo approccio e noi non la viviamo da amanti traditi, semplicemente ci preoccupa il fatto di vedere crollare il percorso avviato nel quinquennio 2012 2017 e che ha permesso la graduale ripresa degli investimenti. Temiamo che il nervosismo della Giunta sia il sintomo della mancanza di forza nell’affrontare serenamente questo dibattito. Non sappiamo se per sensi di colpa o per una debolezza politica di fondo.

Del resto la maggioranza si è già divisa su un concetto, abbassare le tasse. Lo hanno detto in campagna elettorale, oggi si rendono conto di averle sparate grosse e si sentono nella terra di nessuno, come sulle ricette da offrire al Consiglio comunale per continuare il percorso di risanamento e riorganizzazione dell’Ente.

Alcune scivolate della maggioranza sono sorprendenti, tipo sulla questione “Valori. Al”.

Dunque, sulla vicenda di “Valori. Al” (cartolarizzazioni immobiliari) il centrodestra-lega dovrebbe solo tacere. E invece arriva a dire che è una grana lasciata dal centrosinistra. La Giunta la può raccontare a qualche giovane e inesperto consigliere, non a noi.

“Valori. Al” nasce nel 2008 con un voto favorevole in Consiglio espresso dall’attuale Sindaco e dai consiglieri Lega Centrodestra, allora e oggi in maggioranza.

Attenzione, era il 2008, e la crisi, la bolla finanziaria era già ampiamente scoppiata, le banche suggerivano già alle filiali locali di evitare altre operazioni di cartolarizzazione. Niente. L’Assessore Vandone va avanti, le banche coinvolte nella prima operazione (Svial) gli dicono no, lui trova Banca Popolare di Novara, banca in cui operavano e operano alcuni protagonisti attuali delle vicende del Comune.

Furono commessi reati? No. Costruirono le basi per un’azione discutibile? Sì.

L’attuale Sindaco è stato protagonista di quella vicenda? Secondo me no, l’ha subita, ma l’ha votata in Consiglio e oggi avrebbe il dovere di zittire i suoi falchi. Anche questo significa essere leader, guadagnarsi la stima di tutti. Ma questo non avviene, si lascia lo spazio per gli applausi in Consiglio comunale su balle colossali, tipo quella secondo la quale l’amministrazione Rossa avrebbe lasciato un buco nei conti proprio su “Valori.Al”. Falsissimo.

A bilancio lasciammo le risorse per il piano di rientro dal debito contratto con le banche (nel 2005 e nel 2008), piano di rientro che non convinceva in termini di legittimità degli atti il Collegio dei Revisori. Si espresse pure la Corte dei Conti con un parere contrastante. Stop.

Ma quelle risorse nelle disponibilità di bilancio rimasero. La novità fu, all’inizio dell’amministrazione Cuttica, la richiesta di rientro al Comune formulata da Banca Popolare di Novara non più attraverso l’accollo di debito ma attraverso il pagamento secco delle garanzie fideiussorie al tempo contratte. Risorse che il Comune aveva sotto altra partita contabile. Noi non abbiamo mai omesso nulla e non abbiamo nessuna responsabilità sulla nascita di “Valori. Al”. Qui avevo già riassunto la vicenda http://www.giorgioabonante.it/blog/per-una-lettura-critica-delle-cartolarizzazioni-alessandrine-le-vicende-svial-e-valorial.html

Più che altro oggi sarebbe il caso di capire che fine ha fatto il piano industriale di Amag con l’ipotesi di investire anche sull’immobiliare, per rimanere sulla materia coerente alla missione di “Valori. Al”.

Ci interessa riportare la discussione su come continuare il percorso di guarigione del Comune di Alessandria in relazione al presente e al futuro della situazione socio economica alessandrina, null’altro. Ma il Consiglio comunale esce malissimo dalla serata di venerdì, con una maggioranza molto nervosa e con un “noi” all’opposizione ancora tutto da definire.

Giorgio Abonante

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: