Skip to content

Rimini, Assemblea degli Amministratori PD

31 gennaio 2017

rimini-2

Due giorni intensi quelli dell’Assemblea degli amministratori Pd, che si è svolta a Rimini il 28/29 gennaio. 

Dopo la presentazione di Matteo Ricci, uno dei primi interventi è di Micaela Fanelli, sindaco di Riccia, un comune di 5000 abitanti della provincia di Campobasso, in Molise, territorio provato dagli ultimi eventi sismici. Il suo motto “Undique tutus” “ovunque sicuro” esprime il problema delle popolazioni del centro Italia,  che vogliono fortemente vivere il loro bellissimo territorio in sicurezza. In un giorno e mezzo si sono succeduti sul palco di Rimini molti amministratori straordinari, ognuno dei quali ha apportato un contributo di concretezza e buone pratiche che possono solo confortare chi le ha ascoltate.  Tra i sindaci ho trovato estremamente interessanti gli interventi di Giorgio Gori, che a Bergamo ha intrapreso una lotta decisa alla ludopatia, al sindaco di Prato Matteo Biffoni e quello di Ventimiglia (classe 1985!) Enrico Ioculano, che nel talk dedicato all’ immigrazione, hanno strappato applausi a scena aperta e mostrato buon senso e pragmatismo, surclassando in gradimento il pur corposo intervento di Marco Minniti.  Ho trovato bravissimi i sindaci emiliani, Nardella, sindaco di Firenze, Zingaretti, i rappresentanti dei piccoli e medi comuni, la presidente della regione Umbria katiuscia Marini e amministratori delle zone terremotate. Preparato il ministro Martina, pragmatico Graziano Del Rio, preoccupato ma energico il ministro degli interni Minniti.

Il clou della manifestazione l’intervento del segretario del partito democratico Matteo Renzi, preceduto da una ovazione interminabile, un abbraccio corale del Palacongressi di Rimini. Tutti abbiamo coscienza dell’inizio di una fase cruciale per il partito democratico,  con elezioni politiche entro l’anno, con una sconfitta referendaria da metabolizzare del tutto, senza perdere la coscienza di quanto realizzato nei mille giorni di governo. Un Matteo Renzi pacato, non incline a nessun genere di commento riguardo alla contemporanea riunione a Roma dei seguaci di d’ Alema, in dialogo con la minoranza, rappresentata da Speranza seduto in prima fila, contornato dalla stampa. Contemporaneamente un Renzi determinato al voto il più presto possibile, con lo sguardo ad un 40 % non facile ma non impossibile da raggiungere e già raggiunto, sia pure in un altro tempo, quando tutto sembrava a portata di mano.

Un Renzi che ha ammesso di avere perso, di avere talvolta sbagliato nel porsi, ma deciso ad andare avanti e, a vedere il pubblico di Rimini, con ancora un grande seguito tra gli iscritti al partito.

Numerosa la delegazione di amministratori piemontesi, un manipolo gli alessandrini: Rocchino Muliere da Novi Ligure, Daniele Coloris da Alessandria, Marcella Graziano da Tortona, Ivana Maggiolino da Silvano d’ Orba, la sottoscritta da Montechiaro d’Acqui. Orgogliosi di portare la presenza della provincia di Alessandria all’assemblea degli amministratori locali, un po’ rammaricati che nessun piemontese abbia portato sul palco di Rimini le buone pratiche amministrative che di sicuro non mancano nella nostra regione.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: