Skip to content

Prima il Nord!

4 giugno 2013

Volano stracci in terra padana. A colpi di “traditore”. L’ex capo del Carroccio si scaglia contro il suo successore. che non fa mancare la risposta, altrettanto dura. Sono i contraccolpi di tensioni che durano da mesi, e di un risultanto non esaltante alle amministrative.

“A me non mi ammazza nessuno, e stavolta mi hanno fatto davvero incazzare. Il capo della Lega resto io”. A parlare è Umberto Bossi che, in un’intervista a Gad Lerner su Repubblica oggi in edicola, attacca duramente Roberto Maroni (“è un traditore”) e sottolinea di non aver mai preso soldi dal partito se non per militanza.

Ma è vero che il bilancio del partito e quello personale erano sovrapposti? “Semmai è vero il contrario. Quando la Lega è nata e magari c’era da comprare un’automobile, i soldi ce li mettevo io di tasca mia. A questo partito ho dato tutto, nessuno osi dire il contrario. Le sembra una casa di lusso, questa? Ha le pareti che vanno in rovina, ci ho anche dovuto fare dei lavori. I disonesti stanno altrove”.

Il Senatur difende la sua idea di Padania, dice che Maroni si è “rammollito sullo slogan ‘Prima il Nord’ quando era maturo il tempo di farci forza del diritto internazionale”. Ma oltre all’attacco al segretario (“Non ha i nostri ideali”) è un Bossi a tutto campo. Difende le alleanza con Berlusconi (“Ci ha alzato i voti”), si dice pentito di aver chiesto scusa nell’aprile 2012 nel pieno dello scandalo Belsito (“Non lo rifarei mai, non ripeterei quelle parole. A Bergamo mi ci avevano trascinato in manette”) ed è pronto a fondare un nuovo giornale, La lingua padana.

Bossi si rilancia alla guida del partito: “A furia di buttare fuori gente e tradire gli ideali della Lega la pressione su di me s’è fatta irresistibile. Devo per forza rimettermi alla guida del partito”.

La reazione di Maroni. “Non sono per nulla preoccupato: l’unico effetto che hanno queste interviste è di danneggiare la Lega e di contribuire a rendere più difficile la vittoria ai ballottaggi”. Così il segretario federale del Carroccio commenta le parole del fondatore della Lega.

Critico nei confronti delle affermazioni del Senatur è anche Matteo Salvini. “Umberto Bossi, a cui va il mio rispetto e la mia eterna riconoscenza per quello che ha creato, sbaglia a fare interviste come quella comparsa oggi su Repubblica”, dice il vicesegretario del Carroccio. “Facendo così” – ha aggiunto- fa il male del Movimento”. E ancora: “Non capisco proprio quale sia il motivo di una cosa come questa, proprio mentre il segretario Maroni sta facendo bene il suo lavoro anche il regione Lombardia”.

Il diretto interessato, invece, ostenza indifferenza e ignora l’attacco di Bossi. “Al lavoro anche oggi – scrive Maroni su Twitter – per risolvere i problemi dei cittadini. Analisi del caso ‘città della salute e ricerca”: spendere bene i soldi pubblici. E poi nel pomeriggio all’assemblea degli industriali di Lecco. Mio impegno prioritario: aiutare le imprese a crescere e a creare lavoro”, scrive.

In un editoriale de La Repubblica le ultime lotte all’interno della Lega Nord, un partito in perdita di elettori ed in crisi di identità.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: