Skip to content

La prima proposta di Marino.

9 aprile 2013

Su “La Repubblica” di oggi.

 

All’indomani delle primarie che lo hanno nominato sfidante del Pd per la carica del sindaco di Roma, Ignazio Marino anticipa alcuni dei punti programmatici che saranno al centro della sua campagna elettorale per il Campidoglio.

“Per quanto riguarda l’Imu serve una proporzionalità sulla ricchezza reale e non su un reddito catastale che è chiaro che in una città come Roma è molto più alto”, spiega il senatore democratico durante la trasmissione Omnibus su La7. “Nella Capitale – ricorda – il 43% delle persone sono famiglie monofamiliari. Ad esempio sono delle signore anziane che sono rimaste sole in un appartamento magari di 120 metri quadrati il cui reddito catastale è molto alto. Hanno una pensione che spesso non raggiunge i 900-1.000 euro e si trovano una tassa molto più elevata rispetto ad altre città. Così non ce la fanno”.

Marino si sofferma poi sul rapporto con il Movimento 5 Stelle. “Al M5S ho provato a lanciare le mie provocazioni e proposte ma non sono state accolte. Io penso, ad esempio, che le decisioni strategiche della Capitale dovrebbero essere prese con referendum di indirizzo coinvolgendo tutti i romani che vogliono partecipare. Se sarò sindaco lo farò”, promette, precisando che una consultazione di questo genere potrebbe essere svolta anche on line. “Non capisco i due atteggiamenti dei grillini – sottolinea Marino – Vogliono la connessione internet quando si incontrano con Bersani poi quando devono decidere si chiudono in un albergo con il loro leader carismatico”.

Nell’intervista con Omnibus il candidato sindaco parla anche di alcuni temi di politica nazionale. “Il popolo di centrosinistra non è disposto all’idea di un governo con Silvio Berlusconi”. Per Marino “la sensibilità della sinistra, e non parlo di quella radicale, è davvero lontana da questa ipotesi perché, e lo dico a titolo personale, credo davvero che Berlusconi rappresenti un ostacolo ed è identificato come la persona che ha portato il nostro paese al disastro morale ed economico degli ultimi vent’anni.

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: