Skip to content

Una nuova stagione per i candidati delle primarie parlamentari del PD

13 dicembre 2012

Non so come voi la pensiate, ma in queste primarie parlamentari il partito Democratico deve fare uno sforzo per rinnovare la propria classe dirigente, al di là delle legittime aspirazioni di tutti candidati che si confronteranno democraticamente. Due sono i motivi che sottendono questa esortazione. Il primo riguarda il corpo elettorale e quindi ciò che è correlato al gradimento dei votanti. Infatti, non si può disconoscere che nel paese accresca sempre più la richiesta da parte della cittadinanza di voler scegliere volti nuovi, sebbene indipendenti dalla stringa anagrafica a cui appartengono, soprattutto in grado di poter rimescolare l’assetto politico nazionale apportandone entusiasmo e passione civile. Se bisogna far ripartire il balbettante motore della politica è necessario che il carburante non presenti più quelle incrostazioni del passato. Convengo che sia altrettanto importante che i partiti si dotino di una ridotta “riserva” di esperti, i quali avranno una funzione di guida per le nuove pattuglie di novizi, purché il rapporto che sussisterebbe tra i nominati dal centro e gli eletti dalle primarie non venga capovolto a sfavore di quest’ultimi.

Il secondo motivo si colloca a cavallo delle scienze che studiano il comportamento degli esseri umani, ovvero la politica e l’antropologia. E’ assai assodato che ci troveremo di fronte a dieci anni difficili verso i quali si dovranno fornire delle risposte adeguate e pertinenti nei confronti di un elettorato assai meno disponibile a farsi incantare da arabeschi e ghirigori. Una classe politica che ha forgiato i suoi schemi d’azione negli anni passati (70/80) correrebbe il rischio, seppur inconsapevolmente, di rimanere prigioniera nelle sue verità. E’ vero, che ci possono essere delle validissime eccezioni, ciononostante il sentire comune di una generazione non induce, nella maggior parte dei casi, a valorizzare in modo appropriato idee alternative e nuove strutture concettuali. Spesse volte questi ritardi nel comprendere il presente sono la principale fonte d’incomunicabilità con l’elettorato più giovane. Qui, non si perora il verbo “rottamare”, che fa parte del solito arsenale politico demagogico e violento; qui si vuole solo affermare che il cambiamento di un ordine mondiale, i cui effetti traumatici si fanno sempre più evidenti sul piano economico, sociale e politico, necessita ora di figure che abbiano intensamente vissuto questa trasformazione nel corso della loro crescita fisica e mentale.

Noi, afferma Heidegger, siamo al mondo come degli interpreti, quindi non siamo un occhio neutrale e per giunta non siamo nemmeno esseri che non vedono. Non siamo soggetti che guardano e rispecchiano l’immagine del mondo come se il nostro compito fosse di pulire questo specchio in modo che rifletta le cose come stanno. Se il mondo fosse così, sentenzia il filosofo bavarese, sarebbe un mondo di oggettività senza interesse per l’uomo – senza speranza, senza futuro – soltanto le cose lì immobili o “divenienti” secondo un meccanismo naturale e noi annoiati con il nostro sguardo incontaminato su questa natura. L’essere, ossia ogni individuo, ha una temporalità storica entro cui svolge una sua funzione.

Non sfuggono dalla responsabilità del rinnovamento i dirigenti del Partito. Non è più il tempo di sermoni pilateschi o di assordanti silenzi. Bisogna avere il coraggio di disincentivare coloro che si ritengono insostituibili o che fingono di essere adeguati al nuovo compito. Una delle doti che caratterizza un ottimo quadro politico è la lungimiranza, vale a dire quello di mettere onestamente in conto la propria o l’altrui finitudine, nel caso che il decorrere del tempo lo esiga.

Franco Gavio

Membro della Direzione Provinciale

Annunci
One Comment leave one →
  1. Rocco permalink
    14 dicembre 2012 09:35

    Che lungo e inutile giro di parole per dire che vuoi candidare il tuo amico Giorgio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: