Skip to content

La straordinaria occasione della Lega Nord: a #Bergamo la #finebossi

10 aprile 2012

Ogni tragedia greca ha un evento che nella parte finale, l’esodo, ne risolve il dramma quando i personaggi non hanno più vie d’uscita. Spesso, soprattutto in Euripide, nell’esodo si fa uso del deus ex machina, ovvero un personaggio divino che viene calato sulla scena mediante una macchina teatrale per risolvere la situazione.
Nel dramma della politica italiana, incapace di risolvere i problemi del Paese e, per questo ed altro, di riconquistare la fiducia ed il consenso dei cittadini il deus ex machina della magistratura ha offerto alla Lega Nord l’occasione di una catarsi. Se i dirigenti sapranno cogliere questa occasione, una Lega rigenerata, per il tramite del rito espiatorio del rinnovamento, potrebbe riuscire dove tutti gli altri partiti fino ad oggi hanno fallito.
Contrariamente agli altri, con le dimissione addirittura dei due Bossi la Lega è partita col piede giusto. Lo ha ricordato con onestà e candido realismo Stefano Boeri. Se proseguirà secondo questa linea strategica il partito del Carroccio imporrà un impensabile salto di livello sul tema della questione morale, del rinnovamento delle classi dirigenti e della capacita di rispondere alle aspettative degli italiani.
Una svolta rivoluzionaria, che potrebbe rivolgere a proprio vantaggio un evento catastrofale, secondo le logiche del miglior crisis management. E che potrebbe proporre un inaspettato rilancio al disastrato sistema politico italiano cambiando, probabilmente in meglio, il corso della nostra storia.

Annunci
9 commenti leave one →
  1. alessandrocervetti permalink
    11 aprile 2012 10:42

    Ora leggo.Molto apprezzabile la citazione colta del teatro greco;citazione che mi rimanda idealmente alle lezioni di letteratura greca del Prof.Sciutto al liceo;detto questo,devo aggiungere che condivido con te l’apprezzamento per la capacità di “scatto”(il concetto di”rinnovamento”fa riferimento ad un processo più lungo che forse deve ancora iniziare)della lega.Confido nel sentimento di emulazione negli altri partiti e nella capacità di ispirare una buona leggei in attuazione dell’art.49 della cost(che congiunga trasparenza interna ad effettivi rimborsi,e non simulati finanziamenti).E tuttavia spiace notare che l’occasione di catarsi provenga dall’intervento della Magistratura,prima di tutto perché in moderni partiti essa dovrebbe rivelarsi in modo autonomo,e secondariamente perché non m sembra giusto che nell’opinione pubblica e si continui implicitamente a riconoscere agli inquirenti un ruolo di protagonismo politico.Infine,venendo al Pd mi chiedo se questa capacità di scatto sarebbe stata possibile.E mi rispondo che il carattere eccessivamente clientelare che l’organizzazione interna ha assunto lo avrebbe impedito.

    • 11 aprile 2012 10:51

      Ovviamente ho molto stilizzato, per cercare di cogliere una speranza di uscita dallo stallo del sistema politico italiano. La lega ne ha facoltà, sta in lei. Pur non essendo mai stato leghista credo si tratti di una grande opportunità per tutto il Paese. Innalzerebbe drasticamente l’asticella anche per tutti gli altri partiti. Certo non sarà facile, e forse neppure probabile …

  2. carlo permalink
    11 aprile 2012 13:34

    secondo me stai sottovalutando il fatto che la Lega è un partito a gestione in clan, che si è alimentato con i “buoni amministratori locali” mediante clientelismo…sopravviveranno finche alimentano un nuovo fuoco sacro di panzane o finche accontenteranno i clientes;è ora che il PD dovrebbe assaltare,allearsi con se stesso e sparigliare la scena,dare soluzioni concrete alle istanze del Nord

    • 11 aprile 2012 15:04

      Uhm, intanto non credo che il loro elettorato e le loro istanze siano completamente sovrapponibili con quelle del PD. Quindi potrebbe esserci una contendibilità di una parte dell’elettorato ma non una totale sovrapposizione e un annullamento della Lega (o del PD). Il punto del mio post è però un altro e riguarda il complessivo rilancio dei partiti. Il necessario, drammatico innalzamento della qualità del loro operare per evitarne l’ulteriore sfarinamento e la perdita della capacità di governo del Paese. Da questo punto di vista un radicale rinnovamento della lega, la pulizia maroniana, potrebbe definire nuovi standard per tutti. Maroni si sta muovendo bene per ora, con tempestività ed incisività ben diverse da quanto visto in passato negli altri partiti. Vedremo

  3. carlo permalink
    11 aprile 2012 13:49

    e scusa l’aggiunta:se a qualche Peppone del PD venisse in testa l’insana idea di fare alleanze con i Maroniani,le leghe costole del pci,il leghista buon amministratore etc etc,anche a livello locale,sarebbe l’atto di caricamento della pistola,per il suicidio

    • 11 aprile 2012 15:06

      Difficile dare giudizi aprioristici. Certo è impossibile seguirli su certi noti atteggiamenti razzisti. Ma il federalismo, ad esempio, è un interesse del Paese e non solo della Lega.

  4. carlo permalink
    11 aprile 2012 15:33

    certe istanze non sono sovrapponibili,secondo me hai hai troppa fiducia sulla scopa che Maroni ieri passava simbolicamente sul palco,al governo c’è stato anche lui e ai governicchi locali i suoi sodali.Io non credo che basti un restart-restyling(ma scusa fammi capire,tu faresti una piattaforma con Maroni per il federalismo,intendo tu PD?)Se vuoi la mia Maroni ci stà facendo una patetica figura,Fabio questi stanno facendo la catarsi e la farsa della resurrezione dopo aver governato 20 anni e sperperato soldi pubblici,e non parlo solo di trota e compagnia,è stato un sistema,vedrai che il fronte delle inchieste si allargherà e poi mi dirai se maroni ne uscira bene.LA CREDIBILITA delle PROPOSTE,e la FATTIBILITA sono le armi che deve utilizzare il PD,poi d’accordo ci sarà sempre quell’2 per cento che andra nel prato a pontida anche a palco vuoto,ma i numeri non li fanno loro

    • 11 aprile 2012 15:47

      Tutto vero Carlo, ma:
      1 la reazione della Lega mi sembra molto più decisa di tutto quanto visto da parte degli altri partiti negli scandali degli ultimi anni; il copione è sempre stato la mela marcia, caso isolato, nessuna corresponsabilità degli altri. Qui hanno commissariato il CAPO E SUO FIGLIO. vedremo se andranno avanti;
      2 sul federalismo, non sto parlando di alleanze e piattaforme comuni, io sono ancora per la vocazione maggioritaria. E sono ancora per il federalimo, ma non c’entra nulla con il post che stiamo commentando;
      3 “LA CREDIBILITA delle PROPOSTE,e la FATTIBILITA sono le armi che deve utilizzare il PD” è assoltamente condivisibile, peccato che siamo pieni di dirigenti che invocano e auspicano ancora il voto identitario … Anche rispetto a questo, devo però dire che parlavo d’altro.

  5. 11 aprile 2012 16:57

    Per chi si fosse illuso che la Lega potesse inaugurare una via diversa verso le malversazioni: ecco COTA! https://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2012/04/11/visualizza_new.html_183619529.html
    Cota è quello con la faccia più sveglia nella foto. No, no, non quello con gli occhiali, l’altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: